I pomeriggi senza mondo virtuale..

Martedi 12 febbraio.. 18:10

Giornata fredda, molto fredda, un vento tremendo..

Ieri sera ho terminato i miei giga, strano, un senso di vuoto, improvvisamente il panico.. Ritornare alla vita “vera” ..

Il mondo di oggi così vuoto, ci sentiamo cosi spersi, senza internet, senza i nostri social network..

Ieri sera avevo un appuntamento con “lui”,improvvisamente mi accorgo di aver terminato i giga, sono sprofondata, e si sono anche io una tossico dipendente dai social..

Alla fine ci siam visti ugualmente.. Nulla di che.. Sono ritornata a casa, un senso di vuoto incredibile, forse ieri sera non volevo separarmi da lui, tremendo, avrei voluto che la serata non finisse mai..

Ma alla fine è sempre cosi, penso che da una parte non mi faccia bene vederlo, ieri mi son sentita inutile, vuota, mbah..

Ora sono da mia zia, sto sorseggiando la mia tisana allo zenzero, con un tocco di piccante, come me daltronde…

Mi son connessa al WiFi.. Son ritornata nel mondo reale, perché alla fine al giorno d’oggi il mondo reale è proprio quello virtuale secondo me.. Tanti giri di parole, virtuale, reale… Ma è così..

Però pensavo che avvolte si ha bisogno di staccare dal mondo virtuale, io infatti ieri sera e oggi non ho fatto altro che pensare e pensare..

E cosa c’è di bello che stare un pò in tranquillita, famiglia, tisana, e liberare tutti i miei pensieri qui….

P. S non faccio altro che pensare a lui, e si penso proprio che sento la sua mancanza..

Me.

Lui tutto ciò che mi ha fatto sentire viva.

Domenica, sono ormai le 22:49 e questa giornata è quasi giunta al termine, sono a letto e tra un pò fumerò la mia sigaretta.. Oggi è stata una giornata un pò triste per me, un pò per i problemi, un pò per solitudine, un pò per i ricordi che avvolte mi spiazziano.. E un pò il mio pensiero va sempre a lui.. Ormai sono passati ben quattro lunghi anni da quando l’ho conosciuto.. Tutto per caso, un pó per gioco ..uscivo da una storiella che a 14 anni pensavo di essermi innamorata.. E così incontrai lui, bello, occhi verdi, e quel naso a patata.. Lui aveva un particolare che ora non diro..

Passavano i giorni e ci scherzavo con quella che un tempo era la mia migliore amica.. Non avrei mai pensato di perderci la testa per un tizio così.. Amava mostrarsi essere un pò troppo spiritoso e sopratutto farsi notare da tutte le ragazze.. Anche se lui in particolare non né aveva bisogno perché non era affatto single.. Ma così lui mi riempiva di complimenti e mi faceva sentire cosi desiderata e bella e diciamolo a chi donna non fa piacere? Una sera ci fù un bacio a stampo ma giocando.. E cosi senza un perché senza giri di parole persi la testa.. Come mai mi era capitato ve lo giuro.. I mesi passarono, l’estate era quasi arrivata e nulla ci allontanammo io andai a stare a casa di mia cugina.. E un giorno in un pomeriggio noioso fu così che decisi di fare un “#31#” a lui.. Quasi al termine della chiamata lui aveva capito che ero io ed incredibile era un altro era arrabbiatissimo perché si sà la gente è cattivissima ed un amico “caro” credevo ed altra gente gli avevano riferito un mucchio di stronzate.. Così non ci parlammo da quel momento lui aveva deciso di credere gli altri e non me.. Come darli torto alla fine non mi conosceva mica da secoli.. E fu cosi che entrai in uno dei peggiori momenti della mia adolescenza stavo tremendamente male, mi mancava e quando uscivo andavo sempre in cerca di lui anche per un suo sguardo.. I mesi passarono e passarono.. E alla fine ci rincontrammo.. Voglio parlarvi di lui quindi non sto a scrivere tutto altrimenti non finirei mai… Mi ritrovai nella mia vecchia comitiva lui, amici, la sua ragazza pff.. E un nuovo ragazzo che iniziai a frequentare.. Era piena estate quando questo ragazzo e altri amici della mia comitiva “abbandonarono”il gruppo per alcuni motivi.. Io e questo ragazzo non andavamo tanto d’accordo però stavamo bene.. Io con lui mi continuai a sentire ma vederci no.. Ero io il mio amico lui e altri amici che eravamo rimasti in comitiva.. E cosi lui incominciava a dirmi di questo ragazzo che non era per me e stronzate varie.. Cosi una sera andammo a dire due chiacchiere io lui e amici.. Cosi lui era solo e gli dissi vengo io con te, lo ametto avevo un nodo allo stomaco.. E cosi lui incominciò a stuzzicarmi e poi inizio a sfiorarmi rieccomi era passato poco più di un anno ma le sue mani su di me facevano lo stesso effetto, tremavo non ci credevo.. Cosi terminò la serata, lo sapevo ero cotta di lui,dinuovo o forse non mi era mai passata brava la stupida…passò un mese e anche quel pezzo di comitiva andò in frantumi..e cosi riandai da mia cugina..gli raccontavo tutto,tutte le mie cose..con lui continuavo a sentirmi e quando mi voleva vedere gli ho detto sempre di no percgé stavo sempre a dormire da mia cugina..dopo mesi sono ritornata a casa ..e cosi una sera uscita con mia cugina mi ritirai ,mi arrivó la sua chiamata e accetai lo rividi..era inevitabile,farfalle nello stomaco,anzi uno zoo intero..entrata in macchina e dopo un paio di chiacchiere,il suo modo di fare,e le nostre mani che si intrecciavano non resistevo ero persa di lui..però ció che mi faceva pensare era alla sua ragazza..

Vabbè la storia continuò.. Ma nulla di che attrazione fisica, ma non abbiamo mai fatto l’amore, lui “lo faceva per me”..sono passati due anni e la storia per me si è fatta durissima, sempre più quella chimica quella passione,ma proprio a quel punto non ci siamo mai arrivati..ci vedavamo e poi per un po cambiava atteggiamento,io morivo dentro,stavo male cosa che non mi era mai successa con nessun altro,quel male solo lui poteva procurarmelo,io a lui raccontavo tutto di me,dei miei problemi famigliari,sapeva tutto di me insomma,mi conosceva benissimo,e benissimo sapeva come scaricarmi o farmi male tanto male,peró quando lo avevo di fronte a me io diventavo piccola,piccolissima quasi invisibile..lui aveva tanto potere su di me..

Ora non starò qui a spiegarvi tutto sono successe altre mille cose…. Con lui, nella mia vita, e la storia continuava cosi era sempre uno star male.. E io non facevo altro che assillare la mia migliore amica che mi ripeteva sempre di lasciarlo stare.. Ad oggi con lei ho troncato ma forse dico sempre che aveva ragione.. Diciamo che in un certo senso ci sono riuscita.. Mi ero abituata a stare giorni e giorni senza lui così che un giorno quando lui si fece vivo, ero arrabbiata lo riempii di parole, e così le volte successive era come se ormai ne fu coscente, non provavo piú nulla.. Erk contenta di essermi liberata di quel peso, mi piaceva ricevere suoi SMS e io fredda piú che Mai.. Ma un giorno per miei problemi ero triste, stavo male, quando lui mi scrisse e alla fine gli raccontai tutto e lui mi ascoltò, e alla fine mi convinse a rivederlo era da mesi che non succedeva avevo paura di ciò che poteva succedere a me e però osai e lo vidi quella sera, diciamo che mi aveva preso in un giornata debole… Vabbè giunti a fine serata mi ritrovai li a bruciare a “vivere” davvero, mani nelle mani non esisteva momento più bello.. Però nom era piu come un tempo ritornavo a casa normalmente, senza starci male, forse si pensandoci ma niente di che.. Lui si era deciso dopo tempo che lo avrei sperato, di voler fare l’amore con me.. Ma ora ero io quella con mille domande, paure, e troppi pensieri, gli dissi di no, strano vero? Dopo tempo che non avrei desiderato nulla se non fare l’amore con lui, ora ero io a non volere ed avere dubbi, per una volta decisi di non metterminin gioco, perché lui quando mai l’avevo fatto per me, se non facendomi sentire inutile.. Strano desiderare tanto una cosa e poi quando la hai finalmente davanti a te avere paura e cambiare idea..

Lo ho visto un altra volta, solita storia, ma non abbiamo mai fatto l’amore.. Qualche sera fa, mi scrive, io ero a letto, mi sentivo un pò sola e vulnerabile così che inizio a parlare e a scogliermi un pò, boh ad un tratto non potevo resistere ero ritornata la vecchia “me” e avevo preso una decisione indovinate che? Alla fine quel momento lo avevo immaginato da tempo.. E indovinate il giorno dopo mi dette buca, bello no? Ma la cosa non mi ha toccato piú di tanto niente crisi esistenziali, niente pianti, niente mal d’amore, pensavo solo a quanto sono strane le cose, le persone, un pò che abbassi il muro, ci risei dinuovo.. Forse è così il lupo cattivo perde il pelo ma non il vizio, gran bel bastardo no?

Però lui mi faceva sentire cosi viva e un mix di sensazioni, cosa dovrei fare al suo prossimo messaggio? Ahahahaha donne mie mai fidarsi di tizi così……

Me.

Buonanotte, ora dopo aver scritto andrò a fumarmi la mia sigaretta..

Primo articolo del blog

10/02/18

Questo è Il mio primo articolo .. Io amo pensare , scrivere .. Ho pensato tante volte di mettere per iscritto I miei pensieri, Le mie emozioni.. E cosí oggi ho deciso di incominciare a farlo ..

sono sempre stata piena di situazioni difficili nella Mia vita, ho diciotto Anni banale vero? Eppure è cosí avvolte Ti chiedi Ma arriverà Mai Il “MIO” momento nella vita, c’è quello di incominciare a vivere davvero? A realizzare i tuoi sogni, avere una famiglia semplicemente normale, un amore che ti faccia battere il cuore ,che ti faccia luccicare gli occhi e con tanto di farfalle nello stomaco e qualche nodo allo stomaco.. Si a me è successo ma quanto conta avere le farfalle nello stomaco quando sei con questa persona e poi arrivare a casa e sentirti crollare il mondo addosso?  Sentire che non è come vuoi davvero tu, perché secondo me non contano le farfalle nello stomaco se questa persona il resto del tempo e dei giorni ti distrugge il cuore ,la mente e il corpo.. Però io sono così vivo di emozioni, istinti ,sensazioni ..e quindi avvolte mi chiedo, sbaglio? Dovrei mettere a tacere le mie sensazioni le mie cosidette “farfalle”? E smettere di “vivere” ?

O dovrei continuare a seguire le mie emozioni ? Vivere e sbagliare sapendo di farmi del male ma sentirmi tremendamente viva ..tanto di certo mi rialzeró un altra volta ..

E voi cosa ne pensate ?

 

•carpediem